Il tuo carrello

Il vostro carrello è vuoto!

Scopri i nostri bestseller
Subtotale0 Articolo0
Visualizza il carrello

Annie Leibovitz. The Early Years. 1970–1983

Copertina rigida8.5 x 10.6 in.2.27 lb182 pagine
25
(50)
Save 25!
Edizione: Francese, Inglese, Tedesco Disponibilità: Disponibile
Annie Leibovitz ha iniziato a lavorare come fotografa nei primi anni ’70, un periodo instabile e convulso per gli Stati Uniti, all’insegna di una collaborazione tra fotografo e modello che oggi apparirebbe singolare. Questa raccolta straordinaria fornisce un vivido resoconto sia dell’evoluzione di Leibovitz come artista sia di un’epoca cruciale.
Annie Leibovitz. The Early Years. 1970–1983

Annie Leibovitz. The Early Years. 1970–1983

25

Annie Leibovitz’s [i]The Early Years, 1970–1983[/i]

L’esordio fotografico e i reportage per [i]Rolling Stone[/i]

Per oltre mezzo secolo Annie Leibovitz ha realizzato fotografie in grado di definire un’intera cultura. I suoi ritratti di politici, performer, atleti, uomini e donne d’affari e membri di famiglie reali compongono un’incredibile galleria del nostro tempo, che lascia il segno nella nostra coscienza collettiva sia per l’unicità dei soggetti sia per lo stile inimitabile di Leibovitz.

Pubblicato come catalogo di una mostra tenutasi presso la LUMA Foundation di Arles, Annie Leibovitz – The Early Years: 1970–1983 ci riporta alle origini di Leibovitz. Tutto ha inizio con un momento di rivelazione artistica: lo scatto spontaneo che fece pensare a Leibovitz di poter diventare una fotografa. All’epoca, Annie studiava presso il San Francisco Institute of Art, e decise di abbandonare il corso di pittura per frequentare quello di fotografia. Questa raccolta, curata meticolosamente e personalmente dalla fotografa, include fogli di provini e Polaroid e fornisce una vivida testimonianza tanto dell’evoluzione di una giovane artista quanto di un’epoca di cruciale importanza.

I reportage fotografici di Leibovitz per Rolling Stone, con cui iniziò a collaborare quando era ancora una studentessa, documentano le esaltanti svolte che hanno interessato la politica, la cultura e la controcultura statunitensi, come le proteste contro la guerra in Vietnam, il lancio dell’Apollo 17, la campagna presidenziale del 1972, le dimissioni di Richard Nixon nel 1974 e il tour dei Rolling Stones del 1975. Allora come adesso, Leibovitz ha saputo conquistarsi la fiducia di celebrità e personalità di spicco, come dimostrano i molti volti noti che animano le pagine del libro, tra cui Muhammad Ali, Mick Jagger, Keith Richards, Ken Kesey, Patti Smith, Bruce Springsteen, Joan Didion e Debbie Harry, nonché John Lennon e Yoko Ono abbracciati in quella foto diventata ormai iconica, scattata poche ore prima che Lennon fosse assassinato.

Ai ritratti e ai reportage contenuti nel libro si affiancano immagini di auto, corse e persino una serie sugli agenti di pattuglia sulle autostrade della California. Per molti versi, è una celebrazione della vita “on the road”, con i ritmi frenetici, gli incontri fortuiti e tutti gli spunti di riflessione che porta con sé. Inoltre, questo ricco archivio costituisce un tributo a un’epoca passata e a una giovane fotografa, irretita in una cultura che era essa stessa in transizione.
Il fotografo

Annie Leibovitz è considerata una dei migliori autori di ritratti fotografici al mondo. L’uso di pose e colori audaci è diventato il suo marchio di fabbrica durante la lunga collaborazione con Rolling Stone, rivista per la quale ha lavorato come principale fotografa dal 1973 al 1983, anno in cui è entrata nello staff di Vanity Fair, per poi passare a Vogue nel 1998. Le sue immagini sono state esposte in musei e gallerie di tutto il mondo, tra cui la National Portrait Gallery di Washington, D.C., l’International Center of Photography di New York e la Maison Européenne de la Photographie di Parigi. Leibovitz è stata insignita del Living Legend Award da parte della Library of Congress e ha ricevuto molte altre onorificenze, tra cui il Lifetime Achievement Award dell’International Center of Photography.

Gli autori

Oltre ad aver fondato Rolling Stone nel 1967, Jann S. Wenner è stato iscritto all’albo d’oro dell’Associazione statunitense della stampa periodica e ha ricevuto il Premio alla carriera nell’editoria periodica del Norman Mailer Center.

Luc Sante insegna scrittura e storia della fotografia al Bard College a Annandale-on-Hudson, New York. Scrive spesso per The New York Review of Books e nel 2010 è stato insignito dell’Infinity Award for Writing dall’International Center of Photography.

Annie Leibovitz. The Early Years. 1970–1983
Copertina rigida21.6 x 27 cm1.03 kg182 pagine

ISBN 978-3-8365-7189-0

Edizione: Francese, Inglese, Tedesco