Il tuo carrello

Il vostro carrello è vuoto!

Scopri i nostri bestseller
Subtotale0 Articolo0
Visualizza il carrello

Peter Lindbergh. On Fashion Photography. 40th Ed.

Copertina rigida15.6 x 21.7 cm1.24 kg512 pagine25
Disponibilità: Disponibile
L’antologia fondamentale di Peter Lindbergh, ora pubblicata in edizione anniversario speciale. Grazie alla collaborazione con i nomi più venerati della moda e al suo approccio umanista, Lindbergh ha creato nuove narrazioni. Il presente volume contiene oltre 300 immagini, molte delle quali inedite, e la rielaborazione di un’intervista a Lindbergh.
Peter Lindbergh. On Fashion Photography. 40th Ed.

Peter Lindbergh. On Fashion Photography. 40th Ed.

25

L’obiettivo di Lindbergh

Il fotografo che ha cambiato la scena della fotografia di moda

È stato su una spiaggia di Malibu, nel 1988, che Peter Lindbergh ha scattato la serie White Shirts, ora nota in tutto il mondo. Semplici eppure fondamentali, quelle fotografie ci hanno fatto scoprire Linda Evangelista, Christy Turlington, Rachel Williams, Karen Alexander, Tatjana Patitz ed Estelle Lefébure segnando l’inizio di un’epoca che ha ridefinito il concetto di bellezza, mentre Lindbergh sarebbe passato a modificare la scena della fotografia di moda nei decenni successivi.

Questa edizione, che riunisce più di 300 immagini scattate da Lindbergh in 40 anni di carriera, illustra le inflessioni cinematografiche e l’approccio umanista del fotografo tedesco, che ha realizzato immagini al contempo seducenti e introspettive.

Nel 1980, Rei Kawakubo chiese a Lindbergh di realizzare gli scatti per una campagna di Commes des Garçons, una delle sue prime sortite nella fotografia pubblicitaria. Kawakubo gli diede carta bianca. Negli anni a venire seguirono collaborazioni con i nomi più venerati della moda, che sfociarono in rapporti di grande stima reciproca: nei suoi ritratti, il rispetto di Lindbergh per alcuni dei più grandi stilisti del nostro tempo è evidente. Tra gli altri, Lindbergh ha fotografato Azzedine Alaïa, Giorgio Armani, Alber Elbaz, John Galliano, Jean Paul Gaultier, Karl Lagerfeld, Thierry Mugler, Yves Saint Laurent, Jil Sander e Yohji Yamamoto.

Da molti considerato un pioniere nel suo campo, Lindbergh si è sottratto agli standard di bellezza dell’industria, celebrando invece l’essenza e la personalità dei suoi soggetti. Il suo contributo è stato inoltre fondamentale per l’ascesa di modelle come Kate Moss, Naomi Campbell, Linda Evangelista, Cindy Crawford, Mariacarla Boscono, Lara Stone, Claudia Schiffer, Amber Valletta, Nadja Auermann e Kristen McMenamy.

Ma il campo d’azione di Lindbergh si è esteso anche fino a Hollywood e oltre: ad apparire nei suoi scatti sono, tra gli altri, Cate Blanchett, Charlotte Rampling, Richard Gere, Isabelle Huppert, Nicole Kidman, Madonna, Brad Pitt, Catherine Deneuve e Jeanne Moreau. Dalla foto scelta da Anna Wintour per la copertina del suo primo numero di Vogue allo scatto leggendario di Tina Turner sulla Torre Eiffel, nelle fotografie di Lindbergh il centro della scena non sono mai gli abiti, la celebrità o il glamour. Ogni immagine comunica l’umanità del suo soggetto con una malinconia serena che è il tratto unico e inconfondibile di Lindbergh.

Fin dall’inizio della sua carriera, Lindbergh ha avuto successo nel mondo dell’arte contemporanea, e le sue fotografie sono state esposte nelle gallerie molto prima di apparire sulle riviste. Questa edizione contiene un’introduzione aggiornata, ricavata da un’intervista del 2016, che permette di sbirciare dietro l’obiettivo di Lindbergh e nella quale il fotografo racconta delle sue prime collaborazioni, del sottile rapporto tra arte e pubblicità e del potere della narrazione.
Il fotografo e autore

Peter Lindbergh (1944–2019) è stato un maestro nella sua arte che ha lasciato il segno negli annali della storia della fotografia. Oltre ad aver scattato la prima foto di copertina dell’edizione statunitense di Vogue diretta da Anna Wintour e riunito per la prima volta un gruppo di giovani donne destinate a diventare le top model degli anni ’90, Lindbergh ha tenuto numerose mostre presso istituzioni prestigiose come il Victoria & Albert Museum di Londra e il Centre Pompidou di Parigi, nonché esposizioni personali presso l’Hamburger Bahnhof (il museo d’arte contemporanea di Berlino), il Museo Bunkamura di Tokyo, il Museo Puškin delle Belle Arti di Mosca e il Kunstpalast di Düsseldorf.

Peter Lindbergh. On Fashion Photography. 40th Ed.
Copertina rigida15.6 x 21.7 cm1.24 kg512 pagine

ISBN 978-3-8365-8250-6

Edizione: Francese, Inglese, Tedesco

ISBN 978-3-8365-8286-5

Edizione: Inglese, Italiano, Spagnolo